venerdì 14 settembre 2012

NON CHIAMATELA PASQUALINA!



Toc toc...
Immagino gia' chi possa essere. La stavo aspettando. Guardare dall'occhiolino della porta e' un semplice scrupolo. Inspiro profondamente dal naso, espiro lentamente dalla bocca. Mano sulla maniglia. Apro.
"Buongiorno!" esclamo, cercando di sembrare allegra e cordiale in maniera convincente
"Sara' un buongiorno per lei, che si diverte tanto con le sue bloggamiche, come le chiama lei...per me non e' un buongiorno: e' un cattivo giorno...un giorno pessimo, direi..."
Su quella ppi  di pessimo vengo investita da miliardi di minuscole goccioline...
" Davvero? Come mai?"
"Ho appena subito una sonora reprimenda da parte del dottor Ego".  
Il dottor Ego Super, l'amministratore del condominio. Gli da del lei, con servile deferenza, ma lo chiama per nome, a sottolineare lo stretto rapporto di collaborazione che intercorre tra i due. 
"Tutto per colpa sua, visto che si e' presa la liberta' di farli uscire!"
"Cosa avrei fatto uscire e da dove, scusi?...non capisco..."
"Non faccia finta di non capire!! Guardi che a me non mi si prende in giro, ha capito? Quella, il ragioniere e Tragedy...lei li ha lasciati uscire dal condominio!!"
"Ah!...loro...Tecnicamente non sono usciti dal condominio..."
"Ma lei ne ha parlato sul suo...coso...li'...il blog!...e adesso tutti sono al corrente della loro esistenza."
"Tutti? Ohssignur, ma tutti chi?"
"Ma come chi? I suoi lettori, no?"
"Ah, ma allora potete stare tranquilli, lei e il dottor Super: sono talmente pochi i miei lettori..."
"Pochi o tanti che siano, non si doveva sapere! Lo sa che il dottor Ego e' categorico a riguardo. C'e' un regolamento di condominio e va rispettato."
"Non si preoccupi, me la vedo io con l'amministratore: mi assumo tutta la responsabilita' dell'accaduto"
"Ormai e' tardi, non crede? E gia' che ci siamo, lei la tovaglia fa il piacere di scuotersela in casa e non giu' dal balcone, che poi mi tocca scoparle a me, le sue briciole, se non voglio che mi si riempia il cortile di formiche"
"Ma io lo faccio per gli uccellini...e poi che fastidio vuole che diano due formichine in cortile?"
"Senta, se le piacciono tanto gli uccelli e le formiche, si compri due canarini e un terrario e se li tenga a casa sua! Guardi che la curo eh, stia attenta che IO la curo...."

Esistono ancora le portinaie? Anzi, le custodi di edifici, come vuole essere chiamata la mia? Eh gia': il mio condominio ha anche una portinaia, ovviamente. Se avessi avuto voce in capitolo, l'avrei scelta come la Renee dell'Eleganza del riccio: scorbutica e acida, siamo d'accordo, ma anche colta e persino un po' filosofa. Io sarei andata a trovarla con qualcosa di buono appena uscito dal forno, lei avrebbe messo su il te' e avremmo chiacchierato di questo e quello e lei avrebbe tentato di contagiarmi, inutilmente temo, con la sua passione per il cinema giapponese...Invece, con la fortuna che mi ritrovo, la mia portinaia si chiama Deboraconl'acca ed ha le sembianze di Giacomo Poretti di Aldo, Giovanni e Giacomo, nasone e baffi compresi...Inutile che ve lo dica, e' una gran rompipalle. Non si fa mai gli affari suoi, vede tutto e sente tutto e ho anche il fondato sospetto che mi legga la corrispondenza....meno male che ci sono le e-mail. Guai a lasciare una bicicletta nell'androne, a non rispettare le regole della raccolta differenziata, a far rumore nelle ore del silenzio o a far sgocciolare l'acqua dal balcone quando si annaffiano i fiori...E siccome io il mio condominio, inevitabilmente, me lo tiro dietro ovunque vada, lei e' sempre li' a controllare che mi comporti in modo che il mio passaggio su questa Terra arrechi il minimo fastidio al mio prossimo. Non lascio in giro immondizia, non alzo la voce sui mezzi pubblici, cedo il posto a sedere alle persone, ahime' sempre piu' rare, piu' anziane di me o alle donne incinte o con bambini piccoli in braccio; non blocco la fila alla cassa del supermercato prendendomi tutto il tempo per fare le borse con calma, ma rimetto tutto nel carrello con la stessa velocita' con cui la cassiera le passa allo scanner e mi sposto.  Non ho la patente, ma se l'avessi non parcheggerei in doppia fila o su un passo carraio, lasciando i blinker accesi come a dire "Torno subito!" e quando arriviamo ad un casello dell'autostrada, io ho gia' i soldi in mano, anche se e' notte fonda e ci siamo solo noi. Non taglio le file, non sputo per terra, non faccio pipi' sui muri...si lo so che mi e' fisicamente impossibile, ma non lo farei nemmeno se  non lo fosse...raccolgo le cacche del mio cane, non fumo nei luoghi chiusi e nemmeno all'aperto, se ci sono persone a cui da fastidio, e se proprio ho voglia di fumare, mi sposto dove non c'e' nessuno...e la "cicca", il mozzicone,  la butto nei cestini dell'immondizia...Spengo il cellulare al cinema, a teatro...IN CHIESA!...persino al ristorante...Dico buongiorno e buonasera, per favore e grazie.. e non mi sono ancora tramutata in pietra! Tratto con rispetto anche la signora che pulisce i cessi pubblici e le sono grata per il suo ingrato lavoro...e ovviamento non sbatto la tovaglia dal balcone. Sono una persona bene educata e dotata di senso civico? No! Sono solo terrorizzata dalla sciura Deboraconl'acca!!
E stavolta l'ho proprio fatta arrabbiare...Meno male che la Vitto ci ha insegnato a fare la vera torta pasqualina genovese, cosi' adesso ne preparo una e gliela porto, per farmi perdonare. Solo che io le bietole non le trovo, in Olanda, e nemmeno trovo la prescinseua ligure...Allora sapete che si fa? NON LA SI CHIAMA PASQUALINA!! Io la mia la chiamo pak-choilina, torta salata di verdure con pak-choi e latte cagliato. Pero' un ingrediente ligure ce l'ho: l'olio extravergine che mi hanno portato i miei amici William e Saskia da Ventimiglia!

Pak-choilina


Ingredienti 
per una tortiera da 20 cm

per la pasta:
300 g di farina 0, meglio se manitoba
un pizzico di sale
30 g di olio d'oliva extravergine
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 bicchiere d'acqua fredda
altro olio per ungere la teglia e la pasta

per il ripieno:
600 g di pak-choi
300 g di di spinaci
1 spring onion
300 g di latte cagliato
2 cucchiai di butter milk
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 uova 
2 cucchiai di olio d'oliva extravergine
sale e pepe
maggiorana fresca

Impastare la farina con il sale, l'olio, il vino e l'acqua e lavorarla per ottenere un impasto morbido. Dividerlo in 10 palline e lasciarle riposare, coperte con un telo pulitissimo, per un paio d'ore.

Eliminare il fondo del pak-choi, tagliarlo a striscioline sottili e lavarlo sotto l'acqua corrente. Mettere l'olio in una padella e farci rosolare la sping onion, tagliata a tocchetti, a fiamma dolce. Unire il pak-choi ben sgocciolato, salare e pepare e far cuoere per una venitna di minuti. Lavare gli spinaci, scolarli per bene ed aggiungerli al pak-choi. Far cuocere per altri 5 minuti. Toglier dal fuoco e far raffreddare completamente.
Stendere una pallina di impasto in uno strato molto sottile, quasi trasparente, cercando di non romperlo. Ungere d'olio una teglia e adagiarci il primo strato di pasta, lasciando che i bordi fuoriescano dalla teglia. Stendere altri tre strati e adagiarli nella tortiera, sempre ungendo d'olio prima di coprire con il successivo. Versare le verdure sopra alla pasta. Mescolare i latte cagliato con il butter milk, il parmigiano e la maggiorana. Salare e pepare e distribuirlo sopra le verdure. Con il dorso di un cucchiaio, creare due fossette nel formaggio e rompere un uovo in ciascuna fossetta. Coprire con i restanti 6 veli di pasta, sempre ungendo bene con l'olio ogni strato prima di coprire con il successivo. A dire la verita' i miei sono solo 5: l'ultimo me lo sono dimenticato sotto il telo!...Spennellare d'olio anche l'ultimo strato. Inserire una cannuccia sotto l'ultimo strato ed arrotolare i bordi di pasta a cordoncino, in modo da sigillare per bene. Soffiare delicatamente dentro la cannuccia, finche' l'ultimo strato si sara' gonfiato a palloncino. Estrarre delicatamente la cannuccia e sigillare subito il buco. Mettere in forno a 180° per 45/50 minuti o finche' la pasta sara' ben dorata. Togliere dal forno, spennellare la superficie con altro olio e lasciar raffreddare completamente prima di servire. La pasta si ammorbidira' e la cupoletta si abbassera', ma e' proprio cosi' che deve essere.

Il pak-choi, bok choi o bok choy, come vi pare, e' una verdura a foglia di origini asiatiche appartenente alla famiglia del cavolo, le crucifere. Ha un sapore che e' una via di mezzo tra il cavolo e gli spinaci, ma piu' delicato.
Potete sostituire il latte cagliato con della ricotta mescolata a yogurt, meglio se greco, per aggiustarne il grado di acidita' e renderlo simile a quello della prescinseua ligure.
Queste torte sono migliori se servite fredde, a temperatura ambiente, e si conservano bene per un paio di giorni, quindi si possono preparare anche in anticipo.



Con la mia pak-choilina partecipo all' MT challenge di settembre: LA PASQUALINA!
del blog Menu Turistico insieme a Vittoria de La cucina piccolina



53 commenti:

  1. Noooo ma sei grandissima!!! Ahahah anche io (proprio adesso) sto preparando la cagliata con latte e limone per l'MTC hihihi!
    Splendida la tua versione di Pasqualina!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eli!! Aspetto di vedere la tua meraviglia. Un bacione anche a te, a presto!

      Elimina
  2. hahahaha Sei teribbbile...!
    Mi sono fatta due sane risate e della tua pasqualina ops pardon Pak-choilina... sono entusiasta!
    Brava Roberta!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nora!! Con le notizie che ci arrivano ogni giorno, essere ancora capaci e liberi di sorridere mi sembra una gran cosa....Un abbraccio grande, ci si vede dila'. E grazie!!

      Elimina
  3. Mamma mia...nel tuo condominio non ci annoia :-)
    E nemmeno nella tua cucina...io sono ancora terrorizzata dal dovermici cimentare, con la Pasqualina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti chi parla! Tu nemmeno devi fare la fatica di inventarteli, certi personaggi!! Ma cosa mi dici, Stefania? La Martha Stewart delle dune che si fa intimidire da un'innocua Pasqualina!! Giammai!!

      Elimina
  4. Che spettacolo è una meraviglia...complimenti sei stat bravissima. Io ancora ci sto pensando.

    RispondiElimina
  5. ahahahaah! bel post, e la "pasqualina" è meravigliosa.Non sapevo questo trucchetto della cannuccia, incredibile, mai sentito! grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non devi ringraziare me, ma la Vittoria!! E' lei che ci ha spiegato nei minimi dettagli la tecnica della cannuccia...insieme a tutto il resto. Grazie della visita e del commento, Monique. A presto.

      Elimina
  6. ma il tuo condominio è affollatissimooooo!!!!sono sicura che ogni condomino avrà apprezzato la tua "non pasqualina"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati: quella megera della portinaia non divide con nessuno dei condomini...tocchera' farne un'altra! ;-)))

      Elimina
  7. questa è non perfetta, di più!!!!!!!!! quella cupola fa invidia....
    ciao.

    RispondiElimina
  8. la mia portinaia è fantastica... non è pettegola, non rompe, anzi difende dai vecchietti che ce ne hanno sempre una, pulisce bene è intelligente, a volte mi chiedo che ci faccia lì... si chiama Carmen ed è adorabile, ma come la tua pak -ciollina mai!
    che spettacolo di donna! Baci

    RispondiElimina
  9. Assolutamente straordinaria.
    L'aspetto che apprezzo di più è il tentativo di mantenerti fedele all'originale. Avresti potuto preparare un ripieno diverso, il regolamento lo prevede- e da "straniera", avresti avuto un bonus in più. Invece, hai scelto la strada più difficile. Che è quella del rispetto, dell'umiltà, della curiosità, da un lato- e di un approccio sofisticato e alto alla cucina. Che è quello al quale ci hai abituato, da che abbiamo scoperto tutte le ricchezze di questa valigia sul letto, ma che è ogni volta capace di rinnovare stupore e sorpresa e che mai come questa volta mi emoziona e mi commuove.
    Non sai quanto grande sia il mio grazie
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E proprio questo e' stato il mio intento e sapevo, conoscendo la tua intelligente sensibilita', che non avresti mancato di notarlo...Quello che non mi aspettavo, invece, e' questa valanga di apprezzamenti che mi lascia senza fiato: questo si' che arricchisce il contenuto della mia valigia!! Sono io che ringrazio te, Ale, per queste bellissime parole, e tutto l'MTC per il modo meraviglioso, umile e divertente, in cui sapete insegnarci ad avere il giusto approccio alla cucina.

      Elimina
  10. Ciao Roberta!! Ma che bella che è la tua pakchoilina!!
    Lo sai che non sapevo del trucchetto della cannuccia, l'ho scoperto solo ieri su un altro blog che ha proposto lo stesso rustico!!!
    Un bacione e a presto Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che ne vedrai parecchie di torte rustiche nelle prossime due settimane, dato che e' l'oggetto della sfida di questo mese dell'MT Challenge...e tutte useranno il trucchetto della cannuccia, come ci ha insegnato a fare la Vitto!! Un abbraccio, Carmen. A presto!

      Elimina
  11. ahahahaah!! Ma tu potresti sceneggiare un film, scrivere una commedia per il teatro, recitare insieme agli artisti per strada...ma come ti vengono certi sketch? :-) ahahaha, sto ancora ridendo....!!!
    Bella la tua versione 'pasqualina olandese' varrà doppio per l'MTC vista la difficoltà nel reperire gli ingredienti.
    Sei grande Roby!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah...cosa vuoi che ti dica Robi: ho un sacco di tempo libero!! ;-))) Ma sai che proprio cercando informazioni sulla Pasqualina, mi sono resa conto che Olanda e Ligutia hanno un sacco di cose in comune? Dovro' scriverci un post, ma serio questa volta... Un bacone Robi bella e grazie!

      Elimina
  12. Ma che meraviglia!!!!!!!! E i tuoi racconti poi. Renee io l'adoro e quando è morta ho pianto, ecco, l'ho detto. Speravo nel lieto fine con il giapponese fascinoso. Questa Deboraconlacca dobbiamo invece mandarla a farsi un giro perché non capisco proprio come possa prendersela con una come te...senti scusa, sai che sono vagamente 'incazzosa'....che mi ci fai parlare??? hihihihi!!!
    Bella la torta, una meraviglia. NOn conoscevo il pak-choi...quanto cose imparo da te.
    Baci grandi
    Sabina

    RispondiElimina
  13. Ho pianto anch'io!! No che non ti ci faccio parlare con la portinaia! Che poi quella se la rifa' su di me....Le cose che impari tu da me non saranno mai tante quante quelle che imparo io da te. Provalo il pak-choi, se ti capita...con buona pace del km0, e' una verdurina interessante. Bacioni anche a te. E grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma adesso mi parli pure di chilometro zero????...no va beh, sei telepatica!!!! Mi capisco da sola :)))

      Elimina
  14. Bellissima la tua torta che sembra una pasqualina e non lo è :D Si vede che è venuta bene, si possono contare le sfoglie del "coperchi", che invidia!
    Non portarla alla Deborah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come faccio a non portargliela? Devo pur farmi perdonare!!...Grazie mille per la visita e il commento.

      Elimina
  15. La pasqualina...o quasi è sempre un piacere gustarla!
    Baci

    RispondiElimina
  16. bhè a quanto pare invece è proprio una pasqualina, stupenda!
    Visto che abiti in Olanda, mica hai la ricetta della famosa zuppa olandese? (con i piselli o sbaglio) una mia amica che ha abitato ad Amsterdam per diversi anni me ne parlava sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si' che celo la ricetta della famosa zuppa di piselli all'Olandese!! La vuoi con la senape o senza? La pubblichero' quanto prima, grazie per avermici fatto pensare.

      Elimina
  17. Ma guarda che ti sei inventata....anche se ormai non mi stupisce più niente, ogni volta vengo qui ho un mancamento!
    Ammazza quanto è fastidioso il tuo condominio :-)

    RispondiElimina
  18. pak-choi : oggi grazie a te ho imparato una cosa nuova! inutile dire che la tua pasqualina, ops, scusa volevo dire , pal-chiolina è f a v o l o s a !!!! complimenti!!! dimenticavo: salutami la portinaia!!! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara' fatto!! Baci e buona domenica!!

      Elimina
  19. Non parlarmi di condomini!!! ;)
    Parlami di Pasqualina!!...anzi direi che l'hai immortalata in una foto che ne rappresenta l'essenza!
    Pasqualina ringrazia!! ;)

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si'? Dici davvero?...Ti assicuro che la cosa e' del tutto involantaria, io inquadro e scatto...e' tutto quello che so fare, purtroppo!! Un abbraccione Loredana, buona domenica e grazie!

      Elimina
  20. Robi sei un genio :)
    E ad avercene di persone gentili e col senso civico come te, spaventate o meno che siano :)
    Bellissima anche questa non-torta pasqualina :)
    Buona giornata
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps anche io pianto come una matta alla fine dell'eleganza del riccio....e se ci ripenso mi rimetto a piangere ancora

      Elimina
    2. Beh, bisogna essere di legno per non piangere, no?...Genio e...sregolatezza?...ahahahahah

      Elimina
  21. Ciao Roberta, ma che bello il tuo blog, partirei domani per l'Olanda!!!!
    ho letto con piacere qualche post, mi piace che tu racconti tanto, ci sono proprietari di blog che non spendono neppure una righina per raccontare di loro e allora come si fa a conoscerli e a capirli?

    Mi piace tanto la tua scelta di trovare soluzioni alternative per realizzare un piatto il più simile possibile all'originale.
    Il bok choi l'ho trovato una volta sola qui a Genova, naturalmente l'ho comprato subito e mi è piaciuto moltissimo. Dolce e delicato!
    E la storia della mucca mi ha fatto scompisciare e ora correrei a comprare una dolcissima Jersey. La mia si chiama Stella e le comprerò il campanaccio più tintinnante del mondo.
    Grazie, Vitto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Vittoria!! Lascia che ti ringrazi ancora una volta per la tua fantastica ricetta: questa pasta e' una meraviglia!! Anch'io resto perplessa davanti a quei blog che riportano solo ricette, mi piace condividere qualcosa piu' di quello con i miei lettori. Grazie per la visita e per il bellissimo commento e mi raccomando: dai un bacio a Stella da parte mia e di Rossella!!

      Elimina
  22. Io che ho vissuto selvaggia in tenute di ettari senza condomini, mi sono dovuta riadattare alla mia nuova situazione di condomino recalcitrante. Cerco di passare inosservata e non fare alcun rumore durante la mia permanenza in casa che è notoriamente dalle 20.00 alle 8 del mattino. Quindi puoi capire. Ma i tuoi personaggi sono meravigliosi e questa storia potrebbe diventare un bel libro. Gia che ci penso, mi hai fatto tornare la voglia di rileggere L'eleganza del Riccio (dire che lo amo è poco). E poi mi metto alla spianatoia a preparare la Pasqualina. Capolavoro! Un fortissimo abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille bellissima donna. Ricambio l'abbraccio con tutto il mio affetto. Buona domenica.
      P.S.: sono ancora in Francia!!...da sola!!!

      Elimina
  23. non tocchiamo l'argomento portinai che ne ho due, più un milione di vecchiettine con troppo tempo libero... aaaahhhh che fatica!
    Niente male la tua versione "bicolor" :)
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica!! Un abbraccio e buona domenica.

      Elimina
  24. Mami, ma stai diventando ogni giorno più simpatica!! Questa novità della portinaia è davvero un tocco di classe, complimenti! (farò addirittura finta di non preoccuparmi per i tuoi molteplici cambi di personalità!)
    E quella torta pak-choilina sembra riuscita proprio bene! Menomale che non sono più lì, altrimenti addio dieta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non cambio personalita'!! Io sono IO e loro sono LORO!! Un bacione figliuola, buona domenica.

      Elimina
  25. Ecco perchè mi piace partecipare all'MTChallenge, perchè ho l'opportunità di scoprire gente simpatica e tu lo sei con la S maiuscola! Bella la torta, fossi io la portiera ti farei scotolare la tovaglia a patto di avere una porzione delle tue creazioni :)))

    RispondiElimina
  26. Ma che belli i tuoi personaggi inventati.......sono inventati vero???? La Pasqualina è da mangiare subitooo. Roby, ho visto che hai caricato in box, quello che sai, sei fantastica. Non aggiungo altro. Un abbraccio e buon WE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla Meris: sono inventati...o almeno mi piace crederlo ;-))) Grazie mille, sono contenta che ti sia piaciuto, e' stato un bell'impegno, non te lo nascondo! Devo ancora caricare le foto, ma sono senza connessione a casa, mi attacco abusivamente quando posso. Te le prometto per domani, va bene? Un abbraccio e buona settimana a te.

      Elimina