giovedì 19 dicembre 2013

Porca figura, senza cottura: yogurt greco con timo, lime e olio al limone


Jingle bells. Forse la piu' conosciuta tra tutte le canzoni natalizie. Scritta da James Lord Pierpont, fu pubblicata a Boston nell'Agosto del 1857 con il titolo di "The one horse open sleigh" ed e' stata eseguita per la prima volta in una chiesa di Savannah, in Georgia, nella quale Pierpont era organista, in occasione di Thanksgiving quello stesso anno. Pare pero' che Pierpont l'abbia scritta a Medford, Massachusetts nel 1850. Cosi' ora ci sono due citta' che vantano di aver dato i natali alla celebre canzone, con tanto di targhe commemorative. Dopo quella prima esecuzione, la canzone fu richiesta anche a Natale e da li' nacque la sua popolarita'.







 Il 16 Dicembre del 1965 i due astronauti a bordo della Gemini 6, Wally Schirra e Tom Stafford, fecero uno scherzo alla Missione Controllo. Affermarono di aver avvistato un UFO con a bordo uno strano individuo vestito di rosso. Nello stesso istante nella sala controllo si diffusero le note di Jingle Bells, eseguite da un'armonica a bocca con accompagnamento di campanelli da slitta. Ora questi strumenti sono esposti allo Smithsonian National Air and Space Museum, e vengono considerati i primi strumenti musicali suonati nello spazio.....

Che amiate o meno Jingle Bells, il Natale ormai e' davvero alle porte e io vorrei proporvi un'altra ricettina in perfetto stile "NO STRESS". Questa poi non richiede nemmeno cottura, ma la sua preparazione le conferisce comunque un sapore speciale, quello tipico delle cose fatte con cura. L'olio al limone va preparato con un paio di giorni di anticipo e anche lo yogurt va fatto riposare una notte. Io l'ho servito con delle pitas fatte in casa, ma qualunque pane leggermente tostato andra' bene. Ho cominciato preparando l'olio, semplicemente mettendo in infusione la scorza di mezzo limone prelevata con un rigalimoni e una foglia giovane di limone in circa 50 ml di olio extravergine d'oliva.


 Potete, anzi, dovete preparare l'olio con almeno un giorno di anticipo, ma badate a non lasciarlo troppi giorni, perche' l'umidita' contenuta nella scorza e nella foglia di limone, potrebbe guastare l'olio. Il giorno prima di servire la crema, mettete lo yogurt greco, per me 150 g del mio yogurt fatto in casa senza yogurtiera, in una ciotola ed uniteci un pizzico di sale, mescolando bene. Appoggiate un colino sopra un contenitore, rivestitelo con una mussola o uno strofinaccio sottile e a trama non troppo fitta. Versateci lo yogurt salato, coprite e lasciate in luogo fresco per almeno una notte.


La mattina dopo lavorate lo yogurt scolato, che avra' una consistenza simile a quella del formaggio cremoso, con pari peso di yogurt greco, 1/2 spicchio d'aglio tritato finissimo, due cucchiai di olio al limone, qualche fogliolina di timo fresco e pochissima scorza di lime grattugiata. Al momento di servire, versate la crema in una ciotola e distribuite sulla superficie qualche foglia di timo, un po' di scorza di lime prelevata col rigalimoni, qualche goccia di olio aromatizzato ed una spolverata di pepe bianco macinato al momento. Potete servire questa crema di yogurt sia con del pane leggermente tostato che con delle verdure crude tagliate a bastoncino. Se vi sara' avanzato dell'olio al limone, servitelo accanto alla crema, in modo che i vostri ospiti possano aggiungerne qualche goccia ad ogni boccone.





Io ho servito questo yogurt cremoso con delle pitas fatte in casa con gli avanzi dei rinfreschi della pasta madre e a breve postero' la ricetta.



16 commenti:

  1. ehehe "porca figura" lo sottolineo volentieri! è un ottima idea da servire come antipasto ;)
    Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Splendida come antipasto, ideale per accompagnare un aperitivo, fantastica come spuntino e spezza fame....Grazie della visita e del commento Martina!

      Elimina
  2. Che bello!! E' fresco e profumatissimo!! Che idea sfiziosissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, sfiziosa e' l'aggettivo giusto!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Davvero buono!! Hai ragione Arianna!

      Elimina
  4. Ma che bella questa ricetta! Il sapore lo si può solo immaginare, ma è intuibile che sia una bontà!
    E grazie per le curiosità iniziali che arricchiscono sempre.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabio!! e' di una freschezza indescrivibile, bisogna proprio provarla per capire....Un abbraccio a te ed Annalu'!!

      Elimina
  5. Mica mi convinci sai? Dove l'avresti fatta questa "porca figura"?
    Profumatissima ricetta! Auguri ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A casa, col maritino!!!...e dove senno'? :)))))

      Elimina
  6. Risposte
    1. Auguri anche a te e a Christian, Mari!!! Buon 2014!!

      Elimina
  7. l ho mangiato domenica e l'ho preparato io stasera....GRAAAAAAAAAAAAZIE!!!!! Una bontà infinita!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che onore Antonella!!! Spero abbiano gradito anche i tuoi commensali....Un abbraccione!

      Elimina