giovedì 4 ottobre 2012

Lei ride da sola...






Ormai mi sto facendo una reputazione anche qui a Thiviers. Sono quasi sicura che il principale argomento di conversazione, sabato mattina al mercato sara’:
 “ Ma tu sai per caso chi sia quella tipa che se na va in giro sotto la pioggia, senza ombrello e con un sorriso ebete stampato sulla faccia?”
 “Ah si’, ho capito di chi parli! E’ quella pazza di italiana che s’e’ comprata la catapecchia di Mmme Cipierre!!”
“ Ma davvero?!?...E’ proprio lei? Sei sicura?...ma cosa avra’ da ridere sempre, allora?”
“Gia’, me lo chiedo anch’io!! L’anno scorso la faccenda del tetto...”
“Oh mondieu, ti ricordi? Quel pover’uomo di suo marito appeso ad una fune, sotto il sole cocente di agosto, per giorni e giorni...”
“ Me lo ricordo si’! E quest’anno? Si son ritrovati tutti i tubi dell’acqua e i termosifoni scoppiati per il gelo di febbraio...”
“Putain! ...Ti ripeto: ma cos’avra’ da ridere, mi domando....”


Rido perche’ qui e’ un Paradiso e voi forse non ve ne rendete conto. Rido perche’ vedo quello che voi, sempre forse, non vedete piu’. Rido per le colline coperte  di velluto verde chiaro, per i boschi quasi neri che adesso son macchiati di rosso, di giallo e di marrone. Rido per il cielo, che sia azzurro e senza nuvole o basso, grigio e gonfio e pesante di pioggia. Rido per i corvi, le gazze, i piccioni, le capinere, i pettirossi e le cinciallegre. Rido per le rondini e gli aironi e per i timidissimi merli. Rido per il miracolo dei nibbi e delle poiane che volano da est ad ovest e ritorno e salgono e scendono in lente spirali senza mai un battito d’ali. Rido perche’ sono contagiata dalla risata isterica di un gheppio. Rido perche’ il verso delle ghiandaie mi fa pensare ad una vecchia rete da letto con le molle arrugginite. Rido per l’andirivieni frenetico di scoiattoli rossi in fondo al mio prato, per la codina bianca di un coniglietto selvatico. Rido per la goccia di sciroppo che esce da un fico maturo, che luccica nel sole piu’ del piu’ prezioso dei brillanti. Rido per il  toc secco che fa una noce quando cade dall’albero. Rido per i ticchettio delle gocce di pioggia sulle foglie e per lo scricchiolio sinistro, da nave fantasma, emesso dall’acero del vicino ad ogni folata forte di vento. Rido per la luce della luna che entra dalla finestra della mia camera. Per le nuvole rosa all’alba e al tramonto. Per la bruma fumosa e dorata che si alza dai prati e si sfilaccia tra i rami degli alberi. E rido per la volpe che trotterellava tra i nostri meli stamattina all’alba e che quando l’ho chiamata mi ha guardato, una frazione di secondo, e se l’e’ data a gambe...lo ammetto: non sono un bello spettacolo la mattina appena alzata!... Rido perche’ la fatica di raccogliere e portare in casa la legna, si tramutera’ presto nella gioia di vedere un bel fuoco scoppiettare nel camino. Rido perche' un solo albero, ogni anno, ci da' piu' fichi di quanti ne potremmo mangiare in una vita intera...e ne abbiamo tre, di alberi di fico. Rido per le noci, le nocciole e i tartufi, che costano solo il tempo di andarseli a raccogliere. Rido per i vicini che passano, si fermano, si interessano e poi ti salutano con un allegro " Bon courage! ". Rido perche’ io la mia casa me la vedo gia’ finita. E sara’ bellissima. E non sara’ fatta solo di pietre e legno, intonaco e pittura. Sara’ fatta d’amore e di felicita’. E per questo io rido.

42 commenti:

  1. Vorrei un po' del tuo buon umore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io vorrei potertene dare un po'...o tutto quello che ti serve...

      Elimina
  2. mah.... io lo vedo, eccome... e qui dove sono, non lo vedo più...
    adesso poi che sono stata 4 gg all'Elba............ non volevo più tornare...
    cmq... ciao e bentornata nè!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo che non volevi tornare!! ...e grazie per il bentornato...

      Elimina
  3. Io rido e sai perchè? Perchè un giorno ti verrò a trovare in quella casetta e riderò insieme a te :-) Un abbracciONE!!! (PS: e fatti tirare la linea ADSL che ci mancano i tuoi commenti e i tuoi post. Avrai pure le ghiandaie e il gheppio ma qualche MB in più non guasterebbe :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che verrai!! Appena la cucina e la stanza degli ospiti saranno finite...Ho quansi paura a mettere telefono, tv e adsl...sara' ancora la stessa cosa poi?...

      Elimina
  4. Bellissimo post.. sono quasi commossa <3

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia questo post! Anche io rido perchè sono fiera della mia casetta in mezzo al bosco che all'inizio era quasi un rudere e ora sta diventando il luogo più bello del mondo... E non cambierei le albe da sopra la nebbia, gli arcobaleni, i daini che mi mangiano l'insalata, le nevicate che ti bloccano in casa, le lucciole d'estate e il suono lontanissimo dei campanili con nessuna reggia al mondo... E se anche qui ci prendono per matti ("Quei due che dimmi te se dovevano comprarsi quella casa isolata su quel bricco..."), dopo aver letto il tuo post, sono felice di sapere che al mondo ci sono altri pazzi come noi! E... il tuo blog mi piace tantissimo! Bon Courage!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e benvenuta! Quel "bricco" mi dice che la vostra casetta e' da qualche parte in una zona che conosco bene, o vicina....Bon courage anche a voi due allora!!

      Elimina
  6. grande la zia poetessa!!! ora capisco meglio perchè ancora non ti ho vista a milano, ti aspettavo! e ti aspetto!!! ma quando? certo...qui volpi non ne trovi certamente ma se vuoi spaventare qualcuno di prima mattina mi offro è!!!!! un bacioe grande grande :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah!! Grazie dell'offerta, volpacchiotta bella della zia. Arrivo, non so di preciso quando, ma arrivo. Un bacione anche a te!

      Elimina
  7. Sorrido invece io, nel vedere qualcun'altra che si ferma a guardare, al di là dei sogni, tutto il bello che ci gira attorno.
    Bello vedere che queste piccole cose sono tesori anche per te... e non sentirmi l'unica folle che ride, piange e si commuove per la Natura.
    Bentornata, te ed il condominio!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son tesori preziosi, molto piu' preziosi di qualunque cosa che il denaro possa comprare. Non siamo folli, siamo sagge! Grazie per il bentornato, anche da parte del condominio.

      Elimina
  8. Ciao Roberta...ti porto come al solito la colonna sonora..
    " lascia stare
    che ho qualche anno in più
    meno male
    che sei convinta tu
    io sto uguale
    ...adesso penso che
    chissà quante volte
    hai riso tu di me "
    ...embè che canzone è?
    b.notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia!...Ridere, Vasco Rossi...ma ho dovuto cercarla su internet! Un abbraccione, a presto.

      Elimina
  9. che post, che meraviglia, la natura, le volpi, la noce che cade, quello che vedono gli occhi, eccerto che ridi! ho sognato anche io in questi minuti, è un luogo dove vorremmo essere tutti tornare alla terra, ai troppi fichi ai tartufi "che costano solo il tempo di andarli a raccoglierli" allora Bonne chance, si può dire? un piacere leggerti. a presto mony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, benvenuta e grazie. Vorrei davvero portarvi tutti con me...

      Elimina
  10. ..."putain m...e!" Roby smettila di aprire quella porta e metter foto qui di quel che vedi con gli occhi (e scrivere di quel che vedi col Cuore) perchè il mio Cuore altrimenti scoppia.. io proprio mentre sto scrivendo, sento gli spari dei cacciatori (grrrrr!)
    Ma lo sai quante volte sono tornata qui a vedere l'altra foto della porta aperta, quella col raggio di sole e la bruma?
    Ma LO SO che verrò a trovarti, verrò. Per ora un abbraccio stretto e pieno di affetto :)) e magari fai una ricetta coi tartufi per il contest, che questo mese c'è il marrone, ma senza zucchero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia Ci, non sai quanto mi piacerebbe!! Ma i miei tartufi si raccolgono da gennaio a marzo. Comunque non preoccuparti: qualcosa mi invento. Un abbraccione a ancora complimenti per i tuoi successi.

      Elimina
  11. Roby... mi commuovi... un giorno vorrei ridere anch'io come te guardando fuori dalla finestra... per ora ho solo pianto quando ho dovuto lasciare posti così per ritornare alla vita di sempre.
    Un abbraccio
    Bucci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vieni a vivere a Thiviers con me e Rossella!!

      Elimina
  12. ridi ridi e ancora ridi, per tutto e per tutto quello che verrà. te lo dice una che per continuare a ridere si fa ben 70+70 km al giorno per raggiungere l'ufficio, con tutti che mi dicono che non mi capiscono e che sono una pazza. sai una cosa? forse è vero... ma che male fa? un bacino e a presto! sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No che non sei pazza, nemmeno tu...ohmamma...70+70?!?...forse giusto un cicinin, dai...Un baciotto anche a te e grazie.

      Elimina
    2. ;) ma arrivare a casa alla sera... non ha prezzo... altro che il grigiume della città!

      Elimina
  13. Quanta poesia e quanta invidia (la mia) per avere questo sogno che sta prendendo la forma che vuoi tu! Anche io riderei al tuo posto, ma tanto, fuori e dentro la pancia, come quando non voglio far vedere troppa felicità. Questo tuo posto sembra davvero di una bellezza fuor di misura. C'è già la voglia di venire a trovarti...un viaggio un po' più breve dell'Olanda....chissà!
    Continua così. Un bacio gigante.
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci giurerei che sia piu' breve...ma di sicuro ne vale la pena! E niente mi farebbe piu' felice che condividerlo con te, bella musicista!!

      Elimina
  14. Eh tu ridi...io invece guardo Milano fuori dalla finestra e onestamente mi viene un po' da piangere... :))
    Ma grazie per farmi sognare un po' con questi racconti e queste foto :)
    un abbraccio
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So di cosa parli: ci ho vissuto per meta' della mia vita a Milano...e non ho mai rimpianto di essermene andata. Continua a sognare: a volte i sogni si avverano...Ti abbraccio anch'io.

      Elimina
  15. Ma il gheppio è l'uccello il cui verso riproduci così bene??? Me lo ricordo...Robi ma tu hai comprato casa in un paradiso...mhmmmm...voi in Olanda ci resterete ancora poco secondo me....e la zia Sabina si trasferirà in pianta stabile da voi...hihihi (da leggersi come il verso del gheppio)...contenti?????????????????...hihihi...
    Contenta però che tu sia tornata ma...se ti trasferirai in Francia la prima cosa da fare è un collegamento wireless...così non mi scappi ;)))
    Bacio grande sorellina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah Si', hai ragione: la risata isterica mi riesce bene!!...Non fare promesse che non puoi mantenere...Tu ed io...un Bed&Breakfast a Thivers...mi vengono i brividi a pensarci...Tranquilla: il wireless e' gia' nei programmi! Un bacione anche a te, sorellina.

      Elimina
    2. Marmellate, colazioni...i letti e le stanze li rifacciamo fare a qualcun altro...noi solo conserve, raccolta frutti della terra, cucina...e chiacchiere, passeggiate, sperimentazioni culinarie....:))

      Elimina
  16. Eccomi, non vedevo l'ora di ritrovarti, mi sei mancata moltissimo.
    A giudicare dal post (bellissimo) mi sa che devo aggiornarmi perchè deve essere cambiato qualcosa durante la mia assenza.
    Ti mando un abbraccio fortissimo, non vedo l'ora di risentirti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale Vale Vale!! Che bello risentirti!! Anche tu avrai un sacco di cose da raccontare!! Mi hai fatto un bellissimo regalo di compleanno con questo commento. Non vedo l'ora di rileggerti! Ti abbraccio anch'io forte forte!

      Elimina
  17. E fai bene a ridere, ne hai tutti i motivi, ma quelli veri, quelli che entrano nella nostra vita e restano lì, nel tempo e sanno tornare rievocati da un profumo della natura, dal colore di un tramonto o dal rumore di un ramo spezzato sotto una scarpa.
    Non posso che invidiarti ( sanamente!) e augurarti di terminare presto la tua casa, che è fondata sulle cose più importanti che ci sono!

    ps Mi sono persa la storia di tuo marito appeso per due giorni!!! Ma cosa combinate?? ;)

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te la sei persa, Loredana: non l'ho scritta!! Troppo faticoso anche solo parlarne...Quando sono la', mi sento la persona piu' fortunata del Mondo...

      Elimina
  18. Apperò! nel Périgord... ho deciso divento tua follower così ti tengo d'occhio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh gia': proprio nel Perigord! Perigord Vert, per la precisione. Grazie e benvenuta, Carlotta. A presto.

      Elimina